[Recensione] La mia ultima estate di Anne Freytag edito Leggereditore





Buon Pomeriggio Pausa Lettori  " La mia ultima estate " è una storia sensibile e unica che arriva dritta al cuore....





Titolo: La mia ultima estate
Autore: Anne Freytag
Edito: Leggereditore
Ebook:€4,99
Cartceo: €14,90
Uscita 25 Maggio

TRAMA:
Tessa, diciassette anni, ha atteso a lungo il ragazzo perfetto, il momento perfetto, il bacio perfetto. Pensava di avere ancora molto tempo davanti a sé, prima di scoprire che a causa di un difetto cardiaco le restano poche settimane di vita. Stordita, arrabbiata, disperata, aspetta di morire chiusa nella sua stanza. È un’attesa amara, la sua, perché sa di non aver vissuto a pieno. Pensa a sé stessa come a una “ragazza soprammobile”, che morirà “vergine e senza patente”. Fino a quando non incontra Oskar e tutto sembra di nuovo possibile. Nonostante Tessa cerchi di allontanarlo, convinta che una relazione sarebbe insensata ed egoistica, lui non le lascia scampo. Oskar sa vedere dietro le apparenze, non ha paura e vuole rimanerle accanto. Pur di sorprenderla, di vedere i suoi occhi brillare per l’emozione, organizza un piano per farle vivere un’ultima estate perfetta. Un viaggio in Italia a bordo della sua Volvo sgangherata per ammirare i tesori di Firenze, sedersi sulla scalinata di Piazza di Spagna, mangiare una pizza a Napoli. Un’ultima estate in cui il tempo non ha importanza e ciò che conta sono solo i sentimenti.





"Ho avuto il mio spettacolo e l’ho rovinato completamente. Non ho recitato il ruolo principale nella mia vita, ero la ragazza immagine"
Sono questi i pensieri con i quali Tessa combatte ogni singolo giorno .
La sua vita perfetta , il suo eccellere è diventato inutile , da quando il suo cuore ha deciso di darsi  una data di scadenza. Tessa non è più lei , si è spenta . Passa le sue giornate in camera a odiare chi la circonda e a pianificare la sua "non vita". 
Pensa alle cose che non potrà mai provare , e a ciò che prima era importante ed adesso è inutile. Attraverso il suo fisico vede il cambiamento , lei sente di non essere una ragazza come le altre...lei è diversa , ha la scadenza.
Poi qualcosa cambia ,  arriva Oskar e i suoi  occhi la guardano come nessuno l'aveva mai guardata , la fanno finalmente sentire se stessa .
Oskar e Tes non si conoscono e sono già legati , si perdono e si ritrovano,  come per magia. E decidono di intraprendere un viaggio . Un viaggio che li porterà in Italia, nei luoghi che Oskar ha già vissuto e che Tes desidera conoscere. Un viaggio tra le loro emozioni , forti e travolgenti .Tes e Oskar vivono come la prima e l'ultima volta , perché domani potrebbe essere tardi. Ma soprattutto , Tes per la prima volta si concede di vivere.
In una società in cui i ragazzi si "perdono" , la storia di Tes , insegna quanto sia importante vivere e attaccarsi agli attimi che ci vengono concessi .
Nella lettura di questo libro non mancano le emozioni . Si intrecciano e si alternano in lacrime e sorrisi . Partiamo anche noi con Tes e Oskar con  quella Volvo sgangherata .E' impossibile non sentirsi parte della storia . 
Un libro che apre gli occhi su cose che forse diamo  per scontate tutti i giorni. E ' una storia intensa che merita assolutamente di essere letta. 
"È decisamente strano. Ho sempre voluto tutto. Cioè, per il mio io adulto. Ora mi accontenterei anche di un po’ di tempo in più. La vita non è definita dai momenti in cui respiri, ma da quelli che il respiro te lo tolgono"

Nessun commento:

Posta un commento