[Review Party ]Ritorno alla casa dei ricordi di Helen Pollard edito Newton Compton Editori



Buongiorno PausaLettori :-) oggi vi parlo del secondo libro della serie "ricordi perduti "di Helen Pollard . La nostra Emmy ha preso finalmente la sua decisione , ma sarà quella giusta? Non vi resta che scoprirlo...



Titolo:Ritorno alla casa dei ricordi 
Autore:Helen Pollard
Edito: Newton Compton Editori
Ebook:2.99
Cartaceo:10.00
Serie:ricordi perduti

TRAMA:
L'amore a volte prende strade inaspettate
«Una piccola gemma. Un romanzo meraviglioso, con personaggi straordinari e una storia in cui immergersi completamente dimenticando tutto il resto.»
Cielo azzurro, un nuovo amore e un bicchiere di Bordeaux… Cosa si può chiedere di più? Emmy Jamieson ha deciso di lasciarsi la vecchia vita alle spalle e di trasferirsi a La Cour des Roses, una splendida pensione in mezzo a vigneti francesi, che sarà lei a gestire. La prima prova alla quale far fronte è l’arrivo dell’eccentrica famiglia Thomson, che ha prenotato una vacanza per festeggiare le nozze d’oro. Emmy si sente all’altezza della sfida, soprattutto perché può contare su Alain, il bel ragazzo dell’amministrazione, dagli occhi color caramello. Non ha però fatto i conti con l’ingombrante presenza di un blogger davvero insopportabile, che si aggira nudo per la pensione, né con il ritorno di Gloria, la moglie fedifraga del proprietario, che ha qualcosa da ridire sul nuovo ruolo di Emmy. Ma anche la situazione finanziaria e l’insospettabile Alain si rivelano ben presto diversi da quanto aveva immaginato... Possibile che il futuro da sogno che Emmy immaginava stia per crollare?



Recensione:
Emmy aveva scelto,  come meta delle proprie vacanze  , quell'incantevole pensione in quella piccola cittadina della Francia per cercare di salvare il suo rapporto con Nathan . Ma tutto è successo , tranne che raggiungere l'obiettivo della vacanza anzi , non si sarebbe mai aspettata che quel posto sarebbe poi diventato il luogo  “ chiamato casa”. Nonostante tutte le disavventure vissute in Francia , Emmy decide di rischiare e di seguire il cuore. La Cour des roses e Rubert hanno bisogno di lei e non solo . Il suo cuore e la sua speranza sono rimasti in un bacio dato prima di partire.
Emmy prende il suo coraggio e la sua determinazione e si trasferisce  a la Cour des roses. 
Tornata in quel luogo , che per lei è stato sofferenza e gioia , Emmy mette tutto il suo impegno e la sua conoscenza  per cercare di rendere migliore la gestione della pensione.
Ahimè , più lei ce la mette tutta più le cose sembrano andare per il verso sbagliato . 
Ma mentre da una parte  la “gestione” della pensione la fa diventare matta , dall'altra  può contare sull'appoggio di un valido commercialista per farsi coccolare,   e di due nuove amiche per svagarsi . 
Emmy e Rupert avevano finalmente raggiunto il loro meritato equilibrio quando  l'inaspettato ritorno Gloria ritorna a mettere scompiglio e a innescare una bomba tale da rimettere in gioco tutti gli equilibri e non solo.
L'ambietazione ben descritta di questo libro fa si che il lettore si senta veramente trasportato all'interno della Cour des roses e alle campagne e ai castelli che la circondano . L'approfondimento dei personaggi minori , rende la storia ancora più completa. Una storia d'amicizia  e Amore , dolce , romantica scritta in modo semplice e piacevole . 

LA MIA VOTAZIONE:





[Consigli di lettura ]#14 Una pausa di lettura consiglia Longanesi

Buongiorno   PausaLettori e Buon giovedì  , oggi ultimo  appuntamento con la rubrica consigli di lettura . Che partiate per il mare , la montagna, i laghi o che rimaniate in città , leggere un libro è il modo giusto per rilassarsi non credete ?! 
oggi consigli di lettura Longanesi  😉




Un pò di Follia a primavera di Alessia Gazzola Leggi la mia recensione qua
Cari pausalettori non avete ancora letto della nostra sbadata e romantica praticante di medicina legale?! Bene avete l'estate per mettervi in pari  con la serie dell'ALLIEVA!!!

Qualcosa di Chiara Gamberale Leggi qua la mia recensione










[Anteprima] Uscita Newton compton dal 26 Luglio






Titolo:E' solo colpa tua 
Autore:Robin C
edito:Newton Compton editori
ebook:4.99
Cartaceo 7.90
uscita 26 Luglio

TRAMA:
Andrew Thomas Carmody è un giovane medico dall’avvenire luminoso. Futuro primario di neonatologia, è considerato una leggenda vivente all’interno del Presbyterian, l’ospedale in cui lavora. È un uomo dall’aspetto affascinante: alto, atletico, con un viso dai lineamenti virili e dai colori delicati, una vera calamita per gli occhi di ogni donna e al contempo una chimera per chiunque lo corteggi. Andrew è infatti felicemente sposato con il suo primo amore, Alexandra, ideale di grazia e bellezza femminile. La loro è una storia d’amore da favola, fino a quando il corpo scandaloso e l’esplosiva audacia della giovane Evalyn non si insinuano in quel quadro perfetto mandandolo in pezzi. Sensualità e scene di realismo straordinario, sentimenti e sensazioni accompagneranno il lettore in una dimensione nuova. Lasciarsi andare e godere di ogni singolo istante passato in compagnia dei protagonisti di questa storia incendiaria sarà l’unica via possibile.






[Consigli di lettura] #13 Una pausa di lettura consiglia Amazon Publishing

Buongiorno   PausaLettori siamo già a metà settimane !!  oggi penultimo  appuntamento con la rubrica consigli di lettura . Che partiate per il mare , la montagna, i laghi o che rimaniate in città , leggere un libro è il modo giusto per rilassarsi non credete ?! 
oggi consigli di lettura Amazon Publishing  😉





Schegge di verità di Monica Lombardi Leggi la mia recensione qua
   Schegge di Ricordi (seguito Schegge di Verità )Leggi qua la trama




E' un giorno bellissimo di Amabile Giusti Leggi qua la trama





                                    



[Letture Estive]Estate insieme a gli ebook ForEver


Buonasera Pausalettori Sperling & Kupfer e Edizioni  Piemme ci regalano storie indimenticabili a piccoli prezzi . Gli ebook ForEver gli potete acquistare a  solo  €3.99
Questi e molti altri....






[Intervista] #4 Una pausa di lettura intervista Chiara Panzuti



Buongiorno PausaLettori, quarto appuntamento con la rubrica  "Intervista all'autrice". Oggi sono felicissima di ospitare Chiara Panzuti. Chiara è un'autrice al suo esordio. Il suo libro , Absence -Il gioco dei quattro  , uscito il primo giugno con Fazi Editore , è un  libro straordinario che va a toccare la nostra più grande paura , quella di non esistere agli occhi degli altri .Leggi la mia recensione di Absence



INTERVISTA:

  1. Ciao Chiara, Absence è un libro dalla trama molto originale, da dove nasce l’idea?
L’idea è nata diverso tempo fa. All’epoca sentivo l’esigenza di trattare un tema che mi stava molto a cuore, e che prendeva in esame l’invisibilità, metaforica, che si prova a volte nei confronti del mondo esterno. Voleva essere un modo per toccare tematiche quali l’identità, la realizzazione di sé, ma anche il cambiamento, la solitudine e la rabbia. È così che l’invisibilità da metaforica è diventata reale, e nel tempo sono nate e si sono sviluppate le avventure dei personaggi di Absence.
  1. Prima nasce l’idea e poi Absence. Ci racconti qualche curiosità sulla sua stesura?
Absence è stato un libro molto lavorato già dalla sua prima “idea” iniziale. Durante la stesura si è rivelato difficile equilibrare gli aspetti introspettivi e quelli d’azione, senza contare le spiegazioni più pratiche in merito al discorso dell’invisibilità. Insomma, il lavoro ha richiesto tanto impegno, ma soprattutto tanti consigli, e mai come in questo caso mi sono resa conto di quanto sia utile avere il sostegno e l’esperienza di un lettore esterno.
  1. L’idea di Absence, nasce da un’esperienza vissuta in prima persona?
Mi sono sentita invisibile tante volte, in passato, ma soprattutto è stato doloroso non riuscire ad esprimere me stessa, e trovare persone disposte a capire e ascoltare. Penso sia un passaggio comune quando si è adolescenti, ma credo che oggi più di ieri questo problema di comunicazione stia diventando parte di noi. La nostra identità è affidata a strumenti che non parlano davvero di noi, e questo fa “sbiadire” chi siamo veramente.
  1. Cos’è per te L’invisibilità oggi?
Penso che l’invisibilità sia una sofferenza diffusa, così come la lotta per evitarla. Siamo diventati schiavi di strumenti che ci aiutano a essere “visibili”, ma senza di essi ritroviamo la bussola? È un discorso ampio, che non vuole accusare o generalizzare, c’è chi avverte maggiormente questo problema e chi ne è del tutto immune. Penso però che standoci vicini in maniera “reale” potremmo rattoppare molte mancanze.
  1. I quattro protagonisti di Absence sono diversi tra loro. C’è qualcosa di te in ognuno di loro?
Credo che ci sia un po’ di me in ognuno loro, sì. Per quanto la voce narrante sia quella di Faith, non mi riconosco soltanto in lei. Ad esempio, sento di avere un legame “speciale” con Scott. Forse perché è un gran chiacchierone e cerca di vedere sempre il lato positivo della vita 
  1. Chi è il tuo personaggio preferito tra Faith, Scott, Jared e Christabel?
Decisamente Scott. Hahaha!
  1. Certe volte mi chiedo se oggi giorno identifichiamo la nostra visibilità in base ai “Like”, in quanto la nostra paura più grande è quella di non esistere agli occhi degli altri, come la pensi a tal merito?
I social network sono la “miglior disgrazia” dei nostri tempi. Premetto che anche io li utilizzo, e che quindi parlo in base alla mia esperienza, al mio sentito, sondando le emozioni e le esigenze che provo quando sono in rete. Facebook è diventato la nostra identità e quindi, se vogliamo, anche il nostro modo per essere visibili. Senza “like” a volte ci intristiamo, perché quello che postiamo è il nostro modo di comunicare, la nostra voglia di comunicare. Se un paesaggio che vedo mi fa battere il cuore, al giorno d’oggi, vorrei che facesse battere il cuore ad altre mille persone, e il metodo più veloce non è più raccontarlo, imprimerlo, sentirlo, bensì… renderlo pubblico. Viviamo la nostra vita su una piattaforma in cui si può condividere tutto, anche il dolore, tanto che la condivisione è diventata obbligatoria, è diventato l’unico modo per esserci. La domanda quindi sorge spontanea: una cosa non condivisa, una cosa “invisibile” a tutti, ha ancora importanza?
Ciò che vedo, sento e provo, se non lo condivido con gli altri… è reale? Mantiene la sua essenza?
A volte mi chiedo (anche in base alle mie distrazioni, alle mie esigenze, al mio modo di vivere i social network) dov’è finita l’identità delle cose.
  1. Absence nasce come una trilogia o lo diventa dopo?
E’ una storia che nasce come trilogia, perché ogni libro tratta, in maniera più o meno approfondita, un tema particolare che verte attorno all’essere invisibili e al recuperare la propria identità.
  1. Ci puoi svelare qualche piccola curiosità sul secondo libro della serie?
Il secondo libro si concentrerà su un tema più sottile, che in parte include la rabbia e il bisogno di ritrovare il proprio posto nel mondo. Il percorso della protagonista, tuttavia, sarà diverso dal primo volume, e questo perché il suo modo di “vedere” sta cambiando, e anche le sue esigenze sono diverse. Ci sarà meno introspezione e più azione. Ma l’obiettivo è quello di mantenere ben salda l’attenzione sul cambiamento che sta avvenendo, e spero di riuscire a far trapelare questo aspetto della rabbia, che “parla poco ma esprime tanto”.
  1. Se la tua “io” di oggi dovesse dare un consiglio alla tua “io” di ieri, cosa le diresti?
Andrà tutto bene.


Ringrazio Chiara per averci dedicato il suo tempo e svelato qualche curiosità
a presto con altre interviste !!!




[Consigli di Lettura]#12 Una Pausa Di Lettura consiglia Autori SelfPublishing

Buongiorno   PausaLettori e Buon Martedì   Ecco il dodicesimo  appuntamento con la rubrica consigli di lettura . Che partiate per il mare , la montagna, i laghi o che rimaniate in città , leggere un libro è il modo giusto per rilassarsi non credete ?! 
Queste sono delle autrici e Autori Self che consiglio😉. 
Dark Secrets -The justice series vol 1 di Daria Torresan e Brunilda Begaj

Torna con me .Gli artigli della Pantera e Resta con me .La pantera lucente di Charlotte Lays 

Come polvere tra pagine e stelle di Federica di Iesu Leggi la mia recensione qui