[Recensione] Matrimonio di convenienza di Felicia Kingsley edito Newton Compton Editori


Titolo: Un matrimonio di convenienza
Autore :Felicia Kingsley
Edito : Newton Compton Editori
eBook:€3,99
Cartacea: €10,00

TRAMA:
Un successo del passaparola
Una commedia romantica, brillante e sensuale
Jemma fa la truccatrice teatrale, vive in un seminterrato a Londra e colleziona insuccessi in amore. Un giorno però riceve una telefonata dal suo avvocato che potrebbe cambiarle la vita: la nonna Catriona, la stessa che ha diseredato sua madre per aver sposato un uomo qualunque e senza titolo nobiliare, ha lasciato a lei un’enorme ricchezza. Ma a una condizione: che sposi un uomo di nobili natali. Il caso vuole che l’avvocato di Jemma segua un cliente che non naviga proprio in acque tranquille: Ashford, il dodicesimo duca di Burlingham, è infatti al verde e rischia di perdere, insieme ai beni di famiglia, anche il titolo. Ashford è un duca, Jemma ha molti soldi. Ashford ha bisogno di liquidi, Jemma di un blasone… Ma cosa può avere in comune la figlia di una simpatica coppia hippy, che ama girare per casa nuda, con un compassato lord inglese? Apparentemente nulla… Il loro non sarà altro che un matrimonio di convenienza, un’unione di facciata per permettere a entrambi di ottenere ciò che vogliono. Ma Jemma non immagina cosa l’aspetta, una volta arrivata nella lussuosa residenza dei Burlingham: galateo, formalità, inviti, ricevimenti e un’odiosa suocera aristocratica. E a quel punto sarà guerra aperta...

RECENSIONE :
Una commendia divertente , frizzante che vi regalerà grandi sorrisi e occhi a cuoricino.
Avevo voglia di una lettura leggera e romantica , ed era qualche giorno che sul web sentivo parlare di questo libro. E' stata una scelta proprio azzeccata.
Jemma e Ashford non potrebbero essere più diversi . Jemma è cresciuta con genitori hippy ,  nudisti , naturisti e figli dei fiori. Ashford al contrario , è cresciuto tra tate e collegi lontano da casa.
Alla morte del padre , Ashford è diventato il dodicesimo Duca di Burligham ma senza portafoglio. Ebbene sì , perché tra manieri e residenze di lusso, sembra che il padre gli abbia lasciato solo conti in rosso e ipoteche . Jemma invece ha sempre vissuto del suo lavoro di truccatrice di un teatro di serie B , ma quando questo decide di tagliare le spese , lei è la prima figura ad essere licenziata .
L'eredità della nonna Catriona  arriva proprio al momento propizio , non fosse che , Jemma per entrarne in possesso deve rispettare una condizione importante: sposare un nobile.
Qui entra in gioco , Derek avvocato della nonna di Jemma e di Ashford.
Derek nell'interesse di entrambi  , convincerà Jemma e Ashford a fare un matrimonio di convenienza . Jemma così , sposando un nobile potrà entrare in possesso dell'eredità e Ashford potrà attingere all'eredità della "finta moglie " per saldare i conti in rosso !!!
Il loro piano di "sposarsi e ognuno a casa sua" però , viene sconvolto da una fuga di notizie , così Jemma e Ashford saranno costretti ad una convivenza forzata nella residenza appena fuori Londra di quest'ultimo .
Jemma si troverà a dover combattere il titolo di duchessa con una vipera di suocera e ad adeguarsi a un mondo di ricevimenti e galateo al quale non è proprio abituata .
Ashford dovrà convivere con una moglie , che non sa tenere la lingua a freno , dai capelli rosa e i vestiti estrosi .
Il maniero diventerà così un campo di battaglia dove ne accadranno di "tutti i colori" e le risate sono garantite.
Questa Lettura  mette di buonumore!!!


1 commento: