[Recensione]Hai cambiato la mia vita di Amy Harmon edito NewtonComptonEditori

Buonasera  #PausaLettori , la domenica sta terminando  e domani si riparte con la settimana. Questo week il libro che mi ha tenuto compagnia è stato il nuovo libro di Amy Harmon . L'ho terminato solo poche ore fa. Ho passato quasi tutta la notte a leggere , era impossibile staccarsi dal quel turbine di emozioni ....



Titolo:Hai cambiato la mia vita
Autore:Amy Harmon
Edito NewtonComptonEditori
eBook:€4,99
Cartaceo:€9,99

TRAMA:
Lo trovarono nel cesto della biancheria di una lavanderia a gettoni: aveva solo un paio di ore di vita. Lo chiamarono Moses. Quando dettero la notizia al telegiornale dissero che era il figlio di una tossicodipendente e che avrebbe avuto problemi di salute. Ho sempre immaginato quel “figlio del crack” con una gigantesca crepa che gli correva lungo il corpicino, come se si fosse rotto mentre nasceva. Sapevo che il crack si riferiva a ben altro, ma quell’immagine si cristallizzò nella mia mente. Forse fu questo ad attrarmi fin dall’inizio. È successo tutto prima che io nascessi, e quando incontrai Moses e mia madre mi raccontò la sua storia, era diventata una notizia vecchia e nessuno voleva avere a che fare con lui. La gente ama i bambini, anche i bambini malati. Anche i figli del crack. Ma i bambini poi crescono e diventano ragazzini e poi adolescenti. Nessuno vuole intorno a sé un adolescente incasinato. E Moses era molto incasinato. Ma era anche affascinante, e molto, molto bello. Stare con lui avrebbe cambiato la mia vita in un modo che non potevo immaginare. Forse sarei dovuta rimanere a distanza di sicurezza. Ma non ci sono riuscita. Così è cominciata una storia fatta di dolore e belle promesse, angoscia e guarigione, vita e morte. La nostra storia, una vera storia d’amore. 


RECENSIONE:
Amore, Rabbia , stupore , incredulità, lacrime e sorrisi questo libro è un turbine di emozioni.
Fin dal prologo l'autrice prepara il lettore alla storia , gli dice che non sarà semplice leggerla  che lo metterà a dura prova,  ma perlomeno sarà pronto ad affrontarla .
Non come Moses e Georgia che si sono trovati entrambi travolti dal destino in qualcosa più grande di loro al quale non erano preparati, al quale nessuno sarebbe stato preparato.

"Una reazione che non ha niente a che fare con la realtà, solo facili emozioni che potete mettere da parte una volta chiuso il libro. Emozioni che vi fanno piangere e sorridere fra i singhiozzi, sollevati dal fatto che si tratti solo di una storia. E, soprattutto, non della vostra storia. Ma in questo caso è diverso. Perché questo libro è la mia storia. E io non ero preparato."

Che cos'è la normalità ? La normalità è soggettiva non segue delle regole. Per tutti,  Moses , di normale non aveva niente . Moses era il figlio del Crack diventato famoso appena nato perché abbandonato in una cesta in una lavanderia . Georgia conosceva la sua storia , sua madre gliel'aveva raccontata . Quando Moses nell'estate del 2006 si trasferì dalla Bisnonna Bibi per ultimare l'ultimo anno di scuola aveva ormai 18anni e Georgia ne aveva 17 . Georgia fu l'unica incuriosita da quel bellissimo silenzioso ragazzo che dipingeva . Che dipingeva qualcosa che gli altri non potevano capire, che nessuno avrebbe mai capito , che tutti giudicavano come terrificante , come pazzia , ma che invece poteva essere un Dono .

"Hai paura della verità, Georgia. E chi ha paura della verità non la trova mai."

Moses era il figlio del Crack , e  quella etichetta non gliel'avrebbe levata nessuno . Era diverso,  ed era per questo che non voleva e non poteva arrendersi ai sentimenti .Non poteva coinvolgere Georgia , doveva allontanarla , doveva salvarla . Lei non sarebbe mai dovuta entrare nella sua testa e nel
Suo cuore . Ma lei da testarda CowGirl non si era fatta intimorire da quei rifiuti , lei aveva deciso di innamorarsi di quel
ragazzo  che tutti credevano pericoloso e  diverso , inconsapevole che  lui le avrebbe cambiato la vita per sempre.
Perché era un dato di fatto , quello che c'era  tra Moses e Georgia era un dato di fatto , e lo sarebbe stato per sempre....

Non conoscevo questa autrice e vi confesso che ho iniziato questo libro senza leggerne la Trama . Erano giorni che sentivo parlare "Della legge di Moses " e la curiosità mi ha fatto iniziare a leggerlo.
Niente di più bello poteva capitarmi tra le mani . Una storia d'amore di dolore , di vita di speranza , di morte , di lacrime,di colpe di rimorso e di perdono . Ancora sento vive le emozioni che il libro mi ha trasmesso .E' stata dura staccarsi dai personaggi , dopo averli "vissuti "tra le loro pagine piene di emozioni . Leggetelo e leggetelo , fatevi travolgere da questa storia e dalle emozioni che ne  trasmette.

5 commenti:

  1. Una meravigliosa recensione....Complimenti!!!

    RispondiElimina
  2. Ho adorato questo romanzo, così come "Sei il mio sole anche di notte". La Harmon ha una scrittura che punta dritto al cuore, quoto ogni parola ^^

    RispondiElimina
  3. Grazie Patrizia e condivido il pensiero di Ophelie😊

    RispondiElimina
  4. Avevo completamente snobbato questo libro, ma dalla tua recensione sembra interessante, e ha una trama un po' diversa dal solito!
    Me lo segno :)

    RispondiElimina
  5. Bellissima recensione Vale!!!
    Ne ho sentito parlare molto bene di questo ultimo lavoro della Harmon e , dopo la tua super recensione, non vedo l'ora di averlo tra le mani :D

    RispondiElimina