[Recensione] La Figlia femmina di Anna Giurickovic Dato edito Fazi Editore


 Buongiorno #PausaLettori oggi vi parlo di un Libro tanto intenso quanto  sconvolgente in uscita oggi per Fazi Editore.




Titolo:La Figlia Femmina
Autore : Anna Giurokovic Dato 
Edito :Fazi Editore
Ebook:€4,99
Cartaceo:€10
Uscita 26 Gennaio

TRAMA:
 Silvia ha conosciuto Giorgio quando aveva solo 16 anni. Lei un’adolescente insicura, lui già adulto, con una carriera diplomatica avviata, qualcuno a cui affidarsi e di cui fidarsi. Venti anni dopo, dalla sua casa romana Silvia assiste inerme al tentativo scioccante da parte di Maria, sua figlia quasi adolescente, di sedurre il suo nuovo compagno, invitato a pranzo perché finalmente conosca la bambina. Un gioco al massacro, una sfida e una richiesta di aiuto, che Silvia osserva, immobile, incapace di reagire, mentre ripercorre la sua storia e quella di una famiglia che non c’è più, muovendosi tra Roma e Rabat, avanti e indietro nel tempo, dalla sala di un appartamento romano al Marocco, quando Silvia era una donna acerba, incapace di proteggere sua figlia, impermeabile ai terribili, concreti segnali di un pericolo. Attraverso il racconto di un dormiveglia, due contrappunti e una scena di seduzione che colpisce come un pugno ben assestato, Anna Giurickovic Dato esplora con grande maturità i ruoli di vittima e carnefice, i loro chiaroscuri e le loro ambiguità. 

RECENSIONE:
 Oggi vi parlo del romanzo di Anna Giurichovic Dato . Una  scrittrice al suo esordio con un libro che sicuramente non passerà inosservato. Fin dalle prime pagine l'autrice colpisce il lettore con una cruda verità e lo sconvolge , ma lo induce anche  ad andare avanti nella lettura.
Silvia  è una madre , una moglie e una donna che  ci racconta la sua storia e quella di sua figlia Maria in un passato e  un presente che si dipendono a Vicenda .

"Perché quello che era successo dietro le quinte di un teatro macabro e inverosimile, era reale. Era accaduto senza segni di avvertimento, senza alcun indizio.."

La storia mette a nudo quelli che sono gli abissi sconvolgenti dell'animo umano esplorandone le fragilità , le ambiguità e mettendo in dubbio ogni  certezza .
Un gioco al massacro tra vittime e carnefici dove non sempre è identificato chi sia chi.
Maria ha 13 anni è una bambina silenziosa molto introversa. Silvia vuole presentare a Maria il suo nuovo compagno Antonio.
Il comportamento ambiguo e sconvolgente di Maria con Antonio  , porterà Silvia a tornare indietro nel tempo a quella Rabat luogo del passato dove loro vivevano in una famiglia felice  che adesso non esiste più .

Tra presente e passato Silvia racconterà la storia  sconvolgente della sua  famiglia e il suo ruolo di spettatrice "cieca , sorda e muta " davanti ad una situazione tanto macabra quanto inverosimile .

3 commenti:

  1. comunque ultimamente le copertine Fazi Editore sono una più bella dell'altra... eleganti e artistiche!! belle belle belle... <3

    RispondiElimina
  2. Sto leggendo di questo libro ovunque e non vedo l'ora di leggerlo! :)

    RispondiElimina
  3. Ciao! Sono molto curiosa di leggere questo libro, promette davvero bene. E poi adoro le storie scritte da donne e con protagoniste donne!

    RispondiElimina