[Anteprima] Uscite Guanda Editore del 12 Gennaio


Buongiorno cari  Lettori e buon Lunedì con le novità in uscita questa settimana 





Titolo: Il vestito dei Libri
Autore:Jhumpa Lairi
Edito :Guanda Editore
eBook:€4,99
Cartaceo:€9,50
Uscita 12 Gennaio

TRAMA:
UNA GRANDE SCRITTRICE ESPLORA E RACCONTA UN ASPETTO CRUCIALE
DEL FAR LIBRI
Vi siete mai chiesti come si vestano i libri? Per la vincitrice del Premio Pulitzer Jhumpa Lahiri il processo di scrivere è un sogno, e la copertina del libro rappresenta il risveglio. È una sorta di traduzione ulteriore delle sue parole in un nuovo linguaggio, quello visivo. Rappresenta il testo, ma non è parte di esso. Come una traduzione, può essere fedele, o può tradire. In questa personalissima e intima riflessione, Jhumpa Lahiri esplora il processo creativo che sta dietro alle copertine dei libri, tanto dalla prospettiva di autrice quanto da quella di lettrice. Sondando le complesse relazioni tra testo e immagine, autore e designer, arte e mercato, riflette sul ruolo di questa particolarissima uniforme, arrivando al cuore della questione: le copertine per lei hanno sempre significato molto, e a volte sono riuscite a diventare «parte di lei».



Titolo: Nelle Isole Estreme
Autore:Amy Liptrot
Edito :Guanda Editore
eBook:€9,99
Cartaceo:€18,00
Uscita 12 Gennaio

TRAMA:
RITROVARE SE STESSI
NEL CUORE DELLA NATURA PIU’ IMPERVIA
«Un libro poetico e coraggioso. Mi ha profondamente colpito.»
Will Self
Dopo dieci anni di lontananza, Amy Liptrot torna alle Orcadi, il paesaggio della sua infanzia e della sua adolescenza, dove è cresciuta libera in una fattoria tra pecore, uccelli marini, mare a perdita d’occhio, isole reali e fantasma, leggende popolari e, soprattutto, un vento impetuoso e una natura indomita. Come molti ragazzi della sua generazione, a diciott’anni ha sentito il richiamo della grande città con il suo fermento, ma il periodo trascorso a Londra è stato caratterizzato dall'impulso a provare
le emozioni più estreme. Feste, concerti, alcol, droghe… una spirale inarrestabile che diventa dipendenza, finché Amy perde il controllo della sua vita e l’amore del suo ragazzo. Solo dopo aver toccato il fondo, Amy capisce che deve ricominciare dall’unica cosa che le rimane, se stessa. Il ritorno a quella che una volta chiamava casa, a quella natura aspra e maestosa, alla sintonia con i cicli delle stagioni rappresenta per lei la possibilità di riconciliarsi con il passato: con la malattia mentale di suo padre, il fanatismo religioso di sua madre e con i ricordi di perdite e sconfitte recenti.
Inizia così un processo di guarigione, e di accettazione, un vero e proprio percorso di rinascita.
Giorno dopo giorno, tra mattinate trascorse a nuotare nell’acqua gelida e notti passate a esplorare la sua isola nella luce crepuscolare, ad ascoltare il canto degli uccelli o a scrutare il cielo in cerca delle Stelle Danzanti, Amy ritrova la propria forza, la propria voce, e soprattutto una via verso la libertà autentica.

Nessun commento:

Posta un commento