[Recensione]Amistad, La figlia della luna di Francesca Redeghieri Emma Books



Buongiorno pausalettori, passato un bel Natale? Io oggi vi parlo di una delle letture che mi ha tenuto compagnia in questi giorni di festa. Una lettura e dei personaggi che mi hanno conquistata.







Titolo:Amistad: La figlia della luna
Autore:Francesca Redeghieri
Edito :Emma Books
eBook:€4,99



Anno 219 a. C. L’esercito romano sta espandendo la sua brama di potere e solo un uomo sembra poterne arrestare l’avanzata: Annibale. Per questo i popoli che vogliono liberarsi dall’oppressione di Roma si uniscono al grande comandante cartaginese, tra di essi le leggendarie Amazzoni. Nei ranghi di questa stirpe di donne guerriere, le cui epiche gesta le hanno rese temibili in ogni angolo del mondo conosciuto, ci sono due sorelle, non solo di spada ma anche di sangue. I loro nomi sono Amistad e Briseide. La guerra cambierà bruscamente il corso della loro vita, sconvolgendo tutto ciò in cui hanno sempre creduto, ma insegnerà loro il potere dell’amore. Il prezzo da pagare però sarà alto: l’uomo che condurrà Amistad alla scoperta di una passione dolce e inaspettata è infatti un romano, il nemico. I due si troveranno così su schieramenti opposti, in una sfida contro il fato che si prenderà gioco di loro. Sullo sfondo, l’eco di una lontana maledizione divina. Le scelte di Amistad saranno difficili da affrontare, a volte persino inammissibili. Ma quando c’è di mezzo l’amore, nulla sembra essere impossibile…


La mia opinione 

Le ambientazioni storiche nei romanzi  mi sono sempre piaciute . L’essere trasportata indietro nel tempo a periodi storici lontani,  mi induce ad immaginare durante la lettura i luoghi che vengono descritti e dove tutto si svolge. Amistad, la figlia della luna è una lettura che affascina. Le sue ambientazioni e la storia dei  suoi personaggi sono capaci di trasportarti con la mente e l’immaginazione   lontano e in quei tempi che conosciamo solo attraverso i libri di storia. Amistad è un amazzone . Lei e la sua gemella Briseide sono state cresciute come donne forti e pronte ad affrontare anche il più temuto degli uomini. Le amazzoni sono una figura femminile che affascina per la loro elegante forza e la loro maestosità rispetto all’uomo . La capacità di tenere testa anche al guerriero più temuto,  le rende invincibili e fa si che  le loro gesta vengano decantate . Per questo motivo Amistad , Briseide e altre tre amazzoni vengono incaricate del compito di guardia personale di Annibale Barca , generale Cartaginese in lotta per la conquista di Roma. Amistad in una delle sue missioni alla ricerca di informazioni su Roma, si imbatterà sul romano Quinto Cassino Longino. Il destino li ha fatti incontrare in un campo di battaglia tra spade e pugnali ,  per far trasformare il loro rapporto  in qualcosa di diverso e più intenso .   Ognuno di loro  con le sorti del proprio popolo nella mente , ma con due cuori che battono all’unisono . 

«Io non combatterò mai contro di te.» Longino le sollevò il mento. «Ma se dovessi incrociare la mia spada con la tua, sappi che il mio gladio finirà nella polvere. Non alzerò mai la mia arma contro di te, qualunque cosa accada.» ...... «Allora che gli dei abbiano pietà di noi e del nostro amore.»

Amistad si troverà a lottare tra la potenza di un sentimento a lei sconosciuto come l’amore e la lealtà verso il popolo e il generale per cui nutre una stima infinita. 
Un romanzo che oltre ad abbracciare un periodo storico affascinante intreccia storie d’amore , di amicizia e di stima. 
In Amistad ho trovato una storia affascinante,emozionante, e ricca di passione e di quel tocco di sorpresa che piace leggere nell’evolversi della storia. 
Una lettura super consigliata. Spero di leggere presto delle gesta e delle storie di altre amazzoni tra cui Castaglia e Briseide. 

La mia votazione:



Nessun commento:

Posta un commento